Cessione del quinto: la finanziaria deve rimborsare il cliente se non computa l’assicurazione nel Taeg

Aveva stipulato un contratto di cessione del quinto con un Taeg del 13,39%, che è salito al 35,2% calcolando i costi dell’assicurazione, e si è rivolto all’Arbitro bancario finanziario per avere ragione. E la finanziaria è stata condannata al rimborso del cliente. A renderlo noto è l’Abf, che nei giorni scorsi ha pubblicato un gruppo di decisioni riguardanti finanziamenti di varia natura.

 

Il caso risale al marzo del 2009, quando il cliente aveva ottenuto un finanziamento contro cessione del quinto della pensione per un importo di 7.440 euro a un tasso annuo effettivo globale (Taeg) del 13,39%, computato escludendo gli oneri assicurativi per il rischio morte. Il valore saliva invece al 35,20% con gli oneri accessori. All’epoca il tasso medio indicato dalla banca d’Italia era pari al 13,33% e il tasso usurario era fissato al 19,995%.

Il cliente ha chiesto il riconoscimento del superamento della soglia d’usura e la nullità del contratto, “stante il fatto che anche gli oneri assicurativi devono essere fatti rientrare nel calcolo del costo del contratto”, nonché ha restituzione delle somme eccedenti gli importi originari pari a 2.316,73 euro.

Il collegio dell’Abf ha accolto parzialmente il suo ricorso, perché al momento dei fatti le spese per l’assicurazione non venivano computate nel calcolo del tasso effettivo globale. Tuttavia “il contratto è ancora in corso di esecuzione e le relative rate riflettono un debito complessivo il cui ammontare incorpora il costo assicurativo che è stato finanziato dal convenuto e quindi traslato sul debitore ricorrente”. Perciò dal 1° gennaio del 2010, e cioè “dal momento in cui le rilevazioni del Taeg effettuate da Banca d’Italia includono gli oneri assicurativi (1° gennaio 2010) e dal momento in cui i tassi imputabili alle singole rate pagate dal ricorrente hanno superato tale tasso soglia”, la finanziaria avrebbe dovuto riconsiderare il limite al di là del quale un debito del cliente non può sussistere. Cosa che non è accaduta.

Dunque l’Abf lo scorso 30 settembre ha disposto che l’intermediario provveda, per il periodo indicato, al ricalcolo degli interessi sulla base dei tassi rideterminati in misura conforme ai limiti legali, rimborsando al cliente l’eccedenza risultante. Il Collegio ha inoltre condannato l’intermediario al pagamento delle spese della procedure e di 20 euro al ricorrente per la somma versata alla presentazione del ricorso.

Cessioni del quinto Dipendenti

Cessione del quinto dipendenti

Cessioni del quinto Pensionati

Cessione del quinto pensionati

Delega su Stipendio Dipendenti

Delega sullo stipendio dipendenti

Richiedi preventivo cessione del quinto

Richiedi preventivo

Pronto Crediti | News

  • Il calo dei tassi in estate ha portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1%. Ecco le simulazioni sulla possibile riduzione delle rate

    Il calo dei tassi in estate e le ultime manovre espansive della Bce hanno portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1% (nell'esempio di un tasso fisso con loan to value non superiore al 60%).

  • Dal 1° gennaio 2020 l’Euribor, il tasso interbancario che interessa tutti coloro che stanno rimborsando un mutuo a tasso variabile, verrà calcolato in un modo nuovo. L’attuale (e per certi versi preistorico) sistema basato sulle telefonate (attraverso cui una ventina di banche di un panel europeo dichiarano a quali tassi si scambiano il denaro fra loro e da cui poi si ricava, come dato medio, l’Euribor) verrà rimpiazzato da un calcolo basato sugli scambi effettivi (e non più dichiarati). Da un sistema “fiduciario” si passerà a un criterio più scientifico per ottenere giornalmente il nuovo Euribor (sulle varie scadenze da 1 settimana a 12 mesi).

  • Dopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese diDopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese disettembre ha fatto segnare un’inversione di tendenza per le richieste dinuovi mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane, con un aumentodell’1% rispetto allo stesso periodo del 2018. Lo rileva l’ultimo Barometrodi Crif sul credito.

  • Il calo dei tassi in estate ha portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1%. Ecco le simulazioni sulla possibile riduzione delle rate

    Il calo dei tassi in estate e le ultime manovre espansive della Bce hanno portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1% (nell'esempio di un tasso fisso con loan to value non superiore al 60%).

  • Dal 1° gennaio 2020 l’Euribor, il tasso interbancario che interessa tutti coloro che stanno rimborsando un mutuo a tasso variabile, verrà calcolato in un modo nuovo. L’attuale (e per certi versi preistorico) sistema basato sulle telefonate (attraverso cui una ventina di banche di un panel europeo dichiarano a quali tassi si scambiano il denaro fra loro e da cui poi si ricava, come dato medio, l’Euribor) verrà rimpiazzato da un calcolo basato sugli scambi effettivi (e non più dichiarati). Da un sistema “fiduciario” si passerà a un criterio più scientifico per ottenere giornalmente il nuovo Euribor (sulle varie scadenze da 1 settimana a 12 mesi).

  • Dopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese diDopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese disettembre ha fatto segnare un’inversione di tendenza per le richieste dinuovi mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane, con un aumentodell’1% rispetto allo stesso periodo del 2018. Lo rileva l’ultimo Barometrodi Crif sul credito.

© 2019 Cessioni del Quinto.eu. Tutti i diritti riservati. Brand di Donato Rivoli - Promotore Creditizio di Credipass S.r.l. - Divisione MedioFimaa, Mediatore Creditizio, Iscrizione OAM n. M12

Dati Aziendali

CessionidelQuinto.eu è un brand registrato da Donato Rivoli (Consulente del Creditizio ed Assicurativo di Credipass - Divisione MedioFimaa). Qui ottieni una Consulenza Gratuita e non impegnativa per il tuo Prestito attraverso la Cessione del Quinto. Sviluppiamo diversi preventivi, grazie a molteplici accordi commerciali, proponendoti la Cessione del Quinto più competitiva.
Il Portale Cessioni del Quinto Lecce è integralmente dedicato ai Prestiti Garantiti, per Pensionati e Dipendenti Pubblici, Statali, Ministeriali, e privati, residenti nelle provincie di Lecce, Brindisi, Bari, Foggia e Taranto.

Area Contatti

INDIRIZZO

Via Regina Margherita,164 - 73057 TAVIANO (LE)

TELEFONO

(+39) 0833 913338 - 333 1296357

FAX

(+39) 0833 1850389

E-MAIL

info@cessionidelquinto.eu

WEB

http://www.cessionidelquinto.eu/