In pensione con la cessione del quinto

cessione del quinto pensionati cagliariLa legge Fornero sulle pensioni non si tocca. Il governo ha proposto nell’incontro con le parti sociali del 14 giugno, per un periodo sperimentale di 3 anni, una flessibilità in uscita pagata dallo stesso lavoratore tramite un prestito che dovrebbe ripagare in 20 anni. Si chiama Ape, anticipazione pensionistica, e assomiglia al prestito per le spese universitarie diffuso vigente negli Usa (Obama avrebbe pagato l’ultima rata prima di salire alla Casa Bianca), o molto più prosaicamente la cessione del Quinto che molti dipendenti già conoscono e cioè la stipula di un prestito garantito dalla ritenuta sulla busta paga. In questo caso la garanzia della trattenuta a favore delle banche che anticipano il prestito avverrebbe da parte dell’Inps.

La misura riguarderebbe la popolazione al lavoro nata dal 1951 al 1955 che non può andare ancora in pensione. Confindustria parla di una buona idea e già si possono fare congetture sulla porzione di quel prestito che potrebbe essere coperto da incentivi e scivoli previsti abitualmente dalle grandi aziende. A differenza degli universitari, 20 anni sembrano un periodo troppo lungo di programmazione di un prestito in caso di pensionamento anche se l’aspettativa di vita in Italia si aggira sugli 80 anni di età, con la novità, tuttavia, del picco di mortalità avvenuto nel 2015 e su cui i demografi ancora si interrogano.

Chi pagherà le rate rimaste inevase? Il presidente Boeri dice di attendere i dettagli del progetto che sarà esposto meglio il 23 e 28 giugno, mentre sembra del tutto tramontata ogni ipotesi di estendere la salvaguardia agli ultimi esodati rimasti ancora senza pensione e stipendio grazie alla riforma dei “professori”. Potrebbero essere esentati dal prestito i lavoratori “precoci” o le donne in relazione ai periodi di maternità, ma anche di questo caso sembra non esistere traccia nella proposta messa in campo dal governo.

Importante capire la vera entità degli interessi del prestito (si parla dell’1 o 2%) e chi li pagherà davvero, mentre il tetto della ritenuta è fissata al 15% della pensione. Insomma si prende una somma da banche e assicurazioni per raggiungere il montante contributivo necessario per la pensione che sarà ridotta fino al 15% per 20 anni. Secondo i calcoli dell’Uil si tratta della decurtazione di una mensilità per ogni anno ma i segretari generali delle 3 sigle principali del sindacato non hanno abbandonato il tavolo e attendono di conoscere meglio i dettagli della proposta che entrerà a regime con la prossima legge di stabilità (è stata rifiutata la loro richiesta di far maturare la pensione con 62 anni di età o 41 di contributi).

Resta il fatto che l’ipotesi di andare in pensione chiedendo un prestito alla banca, così come esposto dal ministro del Lavoro Giuliano Poletti assieme al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Tommaso Nannicini, si presta facilmente a ogni ricostruzione della realtà sociale come una sorta di “debitocrazia” verso un sistema finanziario destinato ad accompagnare l’esistenza fino alla fine dei giorni.

Fonte: CittàNuova

Cessioni del quinto Dipendenti

Cessione del quinto dipendenti

Cessioni del quinto Pensionati

Cessione del quinto pensionati

Delega su Stipendio Dipendenti

Delega sullo stipendio dipendenti

Richiedi preventivo cessione del quinto

Richiedi preventivo

Pronto Crediti | News

  • Il calo dei tassi in estate ha portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1%. Ecco le simulazioni sulla possibile riduzione delle rate

    Il calo dei tassi in estate e le ultime manovre espansive della Bce hanno portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1% (nell'esempio di un tasso fisso con loan to value non superiore al 60%).

  • Dal 1° gennaio 2020 l’Euribor, il tasso interbancario che interessa tutti coloro che stanno rimborsando un mutuo a tasso variabile, verrà calcolato in un modo nuovo. L’attuale (e per certi versi preistorico) sistema basato sulle telefonate (attraverso cui una ventina di banche di un panel europeo dichiarano a quali tassi si scambiano il denaro fra loro e da cui poi si ricava, come dato medio, l’Euribor) verrà rimpiazzato da un calcolo basato sugli scambi effettivi (e non più dichiarati). Da un sistema “fiduciario” si passerà a un criterio più scientifico per ottenere giornalmente il nuovo Euribor (sulle varie scadenze da 1 settimana a 12 mesi).

  • Dopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese diDopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese disettembre ha fatto segnare un’inversione di tendenza per le richieste dinuovi mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane, con un aumentodell’1% rispetto allo stesso periodo del 2018. Lo rileva l’ultimo Barometrodi Crif sul credito.

  • Il calo dei tassi in estate ha portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1%. Ecco le simulazioni sulla possibile riduzione delle rate

    Il calo dei tassi in estate e le ultime manovre espansive della Bce hanno portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1% (nell'esempio di un tasso fisso con loan to value non superiore al 60%).

  • Dal 1° gennaio 2020 l’Euribor, il tasso interbancario che interessa tutti coloro che stanno rimborsando un mutuo a tasso variabile, verrà calcolato in un modo nuovo. L’attuale (e per certi versi preistorico) sistema basato sulle telefonate (attraverso cui una ventina di banche di un panel europeo dichiarano a quali tassi si scambiano il denaro fra loro e da cui poi si ricava, come dato medio, l’Euribor) verrà rimpiazzato da un calcolo basato sugli scambi effettivi (e non più dichiarati). Da un sistema “fiduciario” si passerà a un criterio più scientifico per ottenere giornalmente il nuovo Euribor (sulle varie scadenze da 1 settimana a 12 mesi).

  • Dopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese diDopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese disettembre ha fatto segnare un’inversione di tendenza per le richieste dinuovi mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane, con un aumentodell’1% rispetto allo stesso periodo del 2018. Lo rileva l’ultimo Barometrodi Crif sul credito.

© 2019 Cessioni del Quinto.eu. Tutti i diritti riservati. Brand di Donato Rivoli - Promotore Creditizio di Credipass S.r.l. - Divisione MedioFimaa, Mediatore Creditizio, Iscrizione OAM n. M12

Dati Aziendali

CessionidelQuinto.eu è un brand registrato da Donato Rivoli (Consulente del Creditizio ed Assicurativo di Credipass - Divisione MedioFimaa). Qui ottieni una Consulenza Gratuita e non impegnativa per il tuo Prestito attraverso la Cessione del Quinto. Sviluppiamo diversi preventivi, grazie a molteplici accordi commerciali, proponendoti la Cessione del Quinto più competitiva.
Il Portale Cessioni del Quinto Lecce è integralmente dedicato ai Prestiti Garantiti, per Pensionati e Dipendenti Pubblici, Statali, Ministeriali, e privati, residenti nelle provincie di Lecce, Brindisi, Bari, Foggia e Taranto.

Area Contatti

INDIRIZZO

Via Regina Margherita,164 - 73057 TAVIANO (LE)

TELEFONO

(+39) 0833 913338 - 333 1296357

FAX

(+39) 0833 1850389

E-MAIL

info@cessionidelquinto.eu

WEB

http://www.cessionidelquinto.eu/