I prestiti non finalizzati

finanziamenti non finalizzatiSui Prestiti non finalizzati, e quindi parliamo di Cessioni del Quinto, Deleghe di Pagamento, Prestiti Personali e Cambializzati, un ampia pagina dedica il portale uptrend.it, prendendo in riferimento alcuni suggerimenti di IBL Banca, in portafoglio tra gli accordi di Credipass.

Molte persone che richiedono un prestito a una banca necessitano di un finanziamento finalizzato: i soldi richiesti servono direttamente per acquistare un bene specifico. In alcuni casi però i soldi richiesti alla banca servono per pagare beni o servizi, o anche per avere a disposizione maggiore liquidità. In questo caso si parla di prestito non finalizzato. I prodotti disponibili in questo caso sono vari, ognuno di essi si sceglie a seconda della situazione specifica del singolo richiedente.

La cessione del quinto
Una particolare tipologia di finanziamento è la “cessione del quinto”. In pratica si tratta di un prestito non finalizzato che sarà saldato direttamente dal datore di lavoro o dall’INPS, che verserà mensilmente fino a un quinto dello stipendio alla banca. Questo tipo di finanziamento in genere non può superare le 120 rate di durata; l’ammontare della cifra richiesta è quindi strettamente correlata all’entità dello stipendio o della pensione che si percepisce.

Le rate mensili stabilite con la banca vengono versate ogni mese direttamente dal creditore. All’atto pratico non cambia moltissimo, a parte il fatto che i soldi da restituire arrivano alla banca direttamente, senza passare tra le mani del creditore. Per chiarire meglio questi concetti è possibile leggere la scheda informativa dedicata ai finanziamenti e prestiti di IBL Banca

Chiedere un prestito personale
Richiedere e ottenere un prestito personale non è poi così complesso, del resto si tratta di finanziamenti che godono di tassi di interesse privilegiati, che qualsiasi cittadino residente in Italia, che abbia almeno 18 anni, può richiedere. I passi per la richiesta comprendono anche la verifica dei requisiti del richiedente da parte della banca, requisiti che sono ben chiariti in questa infografica.

In linea generale, chi ha già un altro finanziamento, di qualsiasi genere, non può ottenere un prestito personale, neppure se ha attivo un mutuo ipotecario per il pagamento dell’abitazione di residenza. In questi casi si ricorre a diverse tipologie di prestito, che consentono di cumulare diversi finanziamenti in uno solo.

Il prestito con delega
Può capitare di richiedere una certa somma in prestito e, dopo qualche anno, di avere bisogno di un’ulteriore cifra. Magari si sta ristrutturando casa, si stabilisce una spesa massima e, in corso d’opera, si decide di ampliare il garage o di costruire una cantina separata. In questi casi si richiedere il cosiddetto prestito con delega, un finanziamento che si somma al precedente. La rata può raggiungere i due quinti dello stipendio e il periodo di ammortamento non potrà superare i 120 mesi.

Simile al prestito con delega è il prestito per consolidamento debiti. Il debitore, che ha già attivo un mutuo sulla prima casa e un prestito personale, necessita di un’ulteriore liquidità. In questi casi la banca può consentirci di riunire tutti i finanziamenti in uno solo. In questi casi è possibile anche rinegoziare le condizioni, ad esempio allungando il periodo di ammortamento del mutuo.

Notizia redatta da Pronto Crediti | Cessioni del Quinto Lecce Puglia

Cessioni del quinto Dipendenti

Cessione del quinto dipendenti

Cessioni del quinto Pensionati

Cessione del quinto pensionati

Delega su Stipendio Dipendenti

Delega sullo stipendio dipendenti

Richiedi preventivo cessione del quinto

Richiedi preventivo

Pronto Crediti | News

  • Il calo dei tassi in estate ha portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1%. Ecco le simulazioni sulla possibile riduzione delle rate

    Il calo dei tassi in estate e le ultime manovre espansive della Bce hanno portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1% (nell'esempio di un tasso fisso con loan to value non superiore al 60%).

  • Dal 1° gennaio 2020 l’Euribor, il tasso interbancario che interessa tutti coloro che stanno rimborsando un mutuo a tasso variabile, verrà calcolato in un modo nuovo. L’attuale (e per certi versi preistorico) sistema basato sulle telefonate (attraverso cui una ventina di banche di un panel europeo dichiarano a quali tassi si scambiano il denaro fra loro e da cui poi si ricava, come dato medio, l’Euribor) verrà rimpiazzato da un calcolo basato sugli scambi effettivi (e non più dichiarati). Da un sistema “fiduciario” si passerà a un criterio più scientifico per ottenere giornalmente il nuovo Euribor (sulle varie scadenze da 1 settimana a 12 mesi).

  • Dopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese diDopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese disettembre ha fatto segnare un’inversione di tendenza per le richieste dinuovi mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane, con un aumentodell’1% rispetto allo stesso periodo del 2018. Lo rileva l’ultimo Barometrodi Crif sul credito.

  • Il calo dei tassi in estate ha portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1%. Ecco le simulazioni sulla possibile riduzione delle rate

    Il calo dei tassi in estate e le ultime manovre espansive della Bce hanno portato sui minimi non solo i costi dei nuovi mutui. Nel guinness sono finiti anche i mutui di surroga, scesi sotto la barriera dell'1% (nell'esempio di un tasso fisso con loan to value non superiore al 60%).

  • Dal 1° gennaio 2020 l’Euribor, il tasso interbancario che interessa tutti coloro che stanno rimborsando un mutuo a tasso variabile, verrà calcolato in un modo nuovo. L’attuale (e per certi versi preistorico) sistema basato sulle telefonate (attraverso cui una ventina di banche di un panel europeo dichiarano a quali tassi si scambiano il denaro fra loro e da cui poi si ricava, come dato medio, l’Euribor) verrà rimpiazzato da un calcolo basato sugli scambi effettivi (e non più dichiarati). Da un sistema “fiduciario” si passerà a un criterio più scientifico per ottenere giornalmente il nuovo Euribor (sulle varie scadenze da 1 settimana a 12 mesi).

  • Dopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese diDopo tre trimestri caratterizzati da una costante contrazione, il mese disettembre ha fatto segnare un’inversione di tendenza per le richieste dinuovi mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane, con un aumentodell’1% rispetto allo stesso periodo del 2018. Lo rileva l’ultimo Barometrodi Crif sul credito.

© 2019 Cessioni del Quinto.eu. Tutti i diritti riservati. Brand di Donato Rivoli - Promotore Creditizio di Credipass S.r.l. - Divisione MedioFimaa, Mediatore Creditizio, Iscrizione OAM n. M12

Dati Aziendali

CessionidelQuinto.eu è un brand registrato da Donato Rivoli (Consulente del Creditizio ed Assicurativo di Credipass - Divisione MedioFimaa). Qui ottieni una Consulenza Gratuita e non impegnativa per il tuo Prestito attraverso la Cessione del Quinto. Sviluppiamo diversi preventivi, grazie a molteplici accordi commerciali, proponendoti la Cessione del Quinto più competitiva.
Il Portale Cessioni del Quinto Lecce è integralmente dedicato ai Prestiti Garantiti, per Pensionati e Dipendenti Pubblici, Statali, Ministeriali, e privati, residenti nelle provincie di Lecce, Brindisi, Bari, Foggia e Taranto.

Area Contatti

INDIRIZZO

Via Regina Margherita,164 - 73057 TAVIANO (LE)

TELEFONO

(+39) 0833 913338 - 333 1296357

FAX

(+39) 0833 1850389

E-MAIL

info@cessionidelquinto.eu

WEB

http://www.cessionidelquinto.eu/