La Cessione del Quinto più conveniente?

cessione del quintoLa cessione del quinto dello stipendio è indubbiamente uno dei prestiti più richiesti dai cittadini.

Più di 5 miliardi di Euro sono stati infatti erogati nel corso del 2017 a lavoratori dipendenti del settore pubblico o privato e a pensionati, cifra che non si può che considerare davvero ragguardevole. In effetti la cessione è un prestito facile e veloce da ottenere, se si posseggono i requisiti richiesti, ragion per cui sono molti i cittadini che vi ricorrono.

 Vediamo, dunque, di capire meglio di che tipo di prodotto finanziario si tratta, per poi valutare quali sono i pro e i contro per chi lo richiede.

Come il nome suggerisce, la rata di restituzione viene trattenuta direttamente dallo stipendio, o dalla pensione, e non può essere superiore al 20% del totale; in linea di massima, inoltre, il finanziamento non può durare più di 10 anni. Ciò comporta che l’entità complessiva del prestito dipende dalla consistenza massima della rata che si può ottenere moltiplicata per la durata del prestito.

La caratteristica peculiare, però, è che la cessione del quinto dello stipendio è fondamentalmente un contratto che si instaura fra tre persone: il cliente, l’istituto di credito e il datore di lavoro, il quale si impegna a trattenere il dovuto e a versarlo direttamente al finanziatore del prestito.

Questo è il motivo per cui questo tipo di prodotto finanziario può essere richiesto solo da chi ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato o dai pensionati, i quali possono contare su un reddito certo per tutto il tempo necessario; va detto che esistono istituti eroganti che lo concedono anche ai lavoratori con contratto a tempo determinato, nei limiti della durata di quest’ultimo. Per concludere, la cessione del quinto è a tasso fisso e prevede la sottoscrizione obbligatoria di un’assicurazione.

Sono, però, proprio i tassi di interesse a suscitare più perplessità: si parla di un quasi 12% annuo per i prestiti fino a 15.000 Euro e di circa 9,50% per i prestiti oltre 15.000 Euro; non si può negare che siano un po’ alti, visto e considerato il contesto economico attuale in cui i tassi di interesse sono ai minimi storici.

La stessa Bankitalia ha richiamato all’ordine, nella primavera scorsa, gli operatori, emanando una circolare in cui si richiamavano questi ultimi a essere più trasparenti e corretti nei confronti dei clienti finali; da aggiungere anche che i contenziosi del 2017 sono saliti del 40% rispetto a quelli dell’anno precedente, a testimonianza di quanto detto.

Tuttavia sono notevoli anche i vantaggi che questo tipo di prestito offre. Della velocità e della facilità di erogazione abbiamo già accennato – sono sufficienti pochi giorni per vedersi accreditato l’importo richiesto -, ma dobbiamo aggiungerne uno che si rivela fondamentale: la cessione del quinto viene, infatti, concessa anche a protestati o ai cattivi pagatori, caratteristica quest’ultima davvero unica, se si considera che spesso la segnalazione al CRIF rappresenta il maggior ostacolo per chi vuole accedere a un finanziamento.

Notizia redatta da prontocrediti.it

 

Cessioni del quinto Dipendenti

Cessione del quinto dipendenti

Cessioni del quinto Pensionati

Cessione del quinto pensionati

Delega su Stipendio Dipendenti

Delega sullo stipendio dipendenti

Richiedi preventivo cessione del quinto

Richiedi preventivo

Pronto Crediti | News


    Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/mhd-01/www.cessionidelquinto.eu/htdocs/modules/mod_scroll_feed/tmpl/defaultFeed.php on line 106
  • Pagare la rata del mutuo sta diventando sempre più difficile. Stare in regola con le scadenze in tempo di Covid-19 mette in difficoltà oltre un italiano su tre. Lo sottolinea la Banca d’Italia in un’indagine riportata nella Relazione annuale: il 38% dei mutuatari si trova in una situazione critica «a causa del dell’epidemia». La percentuale cresce se si restringe il campo di indagine agli autonomi (52%) o a chi lavora nel commercio e nella ristorazione (64%). L’indagine della Banca d’Italia evidenzia come l’emergenza sanitaria e il conseguente lockdown abbiano «determinato un marcato deterioramento della condizione economica per l’insieme delle famiglie». E, sottolinea, «nonostante i trasferimenti e i sussidi del governo, ciò si è tradotto in un calo dei redditi familiari complessivi che ha interessato metà dei nuclei».


  • Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/mhd-01/www.cessionidelquinto.eu/htdocs/modules/mod_scroll_feed/tmpl/defaultFeed.php on line 106
  • L'Antitrust avvia 4 istruttorie e 12 moral suasion nei confronti di sedici tra banche e società finanziarie per "condotte relative alla sospensione dei mutui-prestiti ed all'erogazione di nuovi finanziamenti. Le istruttorie riguardano Unicredit, IntesaSanPaolo, Banca Sella e Findomestic "per problematiche emerse sia sull'assenza di informazioni sulla tempistica per avere accesso alle varie misure di sostegno dettate in favore di microimprese e consumatori".


  • Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/mhd-01/www.cessionidelquinto.eu/htdocs/modules/mod_scroll_feed/tmpl/defaultFeed.php on line 106
  • Dopo i mesi di lockdown, da maggio la richiesta dei mutui è ripartita a grandissima velocità e oggi il settore viaggia addirittura più spedito di quanto non fosse nei mesi precedenti al Covid. Secondo l’analisi realizzata da Facile.it e Mutui.it, a fronte dell’aumento della domanda, le banche sembrano aver adottato una politica di grande apertura nella concessione del credito alle famiglie; l’importo medio erogato dagli istituti di credito tra l’1 maggio e il 15 giugno 2020 è cresciuto del 9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, raggiungendo i 134.315 euro.


  • Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/mhd-01/www.cessionidelquinto.eu/htdocs/modules/mod_scroll_feed/tmpl/defaultFeed.php on line 106
  • Pagare la rata del mutuo sta diventando sempre più difficile. Stare in regola con le scadenze in tempo di Covid-19 mette in difficoltà oltre un italiano su tre. Lo sottolinea la Banca d’Italia in un’indagine riportata nella Relazione annuale: il 38% dei mutuatari si trova in una situazione critica «a causa del dell’epidemia». La percentuale cresce se si restringe il campo di indagine agli autonomi (52%) o a chi lavora nel commercio e nella ristorazione (64%). L’indagine della Banca d’Italia evidenzia come l’emergenza sanitaria e il conseguente lockdown abbiano «determinato un marcato deterioramento della condizione economica per l’insieme delle famiglie». E, sottolinea, «nonostante i trasferimenti e i sussidi del governo, ciò si è tradotto in un calo dei redditi familiari complessivi che ha interessato metà dei nuclei».


  • Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/mhd-01/www.cessionidelquinto.eu/htdocs/modules/mod_scroll_feed/tmpl/defaultFeed.php on line 106
  • L'Antitrust avvia 4 istruttorie e 12 moral suasion nei confronti di sedici tra banche e società finanziarie per "condotte relative alla sospensione dei mutui-prestiti ed all'erogazione di nuovi finanziamenti. Le istruttorie riguardano Unicredit, IntesaSanPaolo, Banca Sella e Findomestic "per problematiche emerse sia sull'assenza di informazioni sulla tempistica per avere accesso alle varie misure di sostegno dettate in favore di microimprese e consumatori".


  • Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/mhd-01/www.cessionidelquinto.eu/htdocs/modules/mod_scroll_feed/tmpl/defaultFeed.php on line 106
  • Dopo i mesi di lockdown, da maggio la richiesta dei mutui è ripartita a grandissima velocità e oggi il settore viaggia addirittura più spedito di quanto non fosse nei mesi precedenti al Covid. Secondo l’analisi realizzata da Facile.it e Mutui.it, a fronte dell’aumento della domanda, le banche sembrano aver adottato una politica di grande apertura nella concessione del credito alle famiglie; l’importo medio erogato dagli istituti di credito tra l’1 maggio e il 15 giugno 2020 è cresciuto del 9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, raggiungendo i 134.315 euro.

© 2019 Cessioni del Quinto.eu. Tutti i diritti riservati. Brand di Donato Rivoli - Promotore Creditizio di Credipass S.r.l. - Divisione MedioFimaa, Mediatore Creditizio, Iscrizione OAM n. M12

Dati Aziendali

CessionidelQuinto.eu è un brand registrato da Donato Rivoli (Consulente del Creditizio ed Assicurativo di Credipass - Divisione MedioFimaa). Qui ottieni una Consulenza Gratuita e non impegnativa per il tuo Prestito attraverso la Cessione del Quinto. Sviluppiamo diversi preventivi, grazie a molteplici accordi commerciali, proponendoti la Cessione del Quinto più competitiva.
Il Portale Cessioni del Quinto Lecce è integralmente dedicato ai Prestiti Garantiti, per Pensionati e Dipendenti Pubblici, Statali, Ministeriali, e privati, residenti nelle provincie di Lecce, Brindisi, Bari, Foggia e Taranto.

Area Contatti

INDIRIZZO

Via Regina Margherita,164 - 73057 TAVIANO (LE)

TELEFONO

(+39) 0833 913338 - 333 1296357

FAX

(+39) 0833 1850389

E-MAIL

info@cessionidelquinto.eu

WEB

http://www.cessionidelquinto.eu/